Autoanalisi Del Sangue

L’autoanalisi del sangue in farmacia permette di misurare dei parametri per la prevenzione ed individuazione di patologie importanti o semplicemente di monitorare il proprio stato di salute.

Il macchinario di ultima generazione per eseguire le analisi è sempre pronto all’uso e permette in pochi minuti di ottenere risultato da sottoporre al proprio medico curante o da discutere con il farmacista.

Profilo lipidico – la sua analisi da indicazioni sul rischio cardiovascolare
1 Colesterolo totale – questo è il test più semplice e non c’è bisogno di digiunare. Il colesterolo totale consiste nella somma di HDL (comunemente chiamato colesterolo buono), LDL e VLDL (colesterolo cattivo): tutte proteine grasse che trasportano il grasso.
Anche se il colesterolo totale risulta essere entro i limiti, può anche darsi che i livelli di HDL non siano a livelli benefici per la salute (troppo bassi) o che i livelli di LDL siano troppo alti. Quindi questo test da solo è un dato incompleto ai fini diagnostici.

2 HDL – Puliscono i vasi sanguigni dal grasso in eccesso portandolo al fegato. Hanno quindi un effetto protettivo sulle arterie.
3 LDL – Sono grassi che si depositano nelle pareti delle arterie. La loro misurazione è considerata la più importante ai fini del controllo del rischio cardiovascolare e nella decisione di eventuali terapie.
4 Trigliceridi – non vengono direttamente dal grasso presente nella dieta ma sono invece prodotti da un eccesso di carboidrati non utilizzati. Per questo test è necessario essere a digiuno da circa 12 ore (il loro livello sale dopo i pasti) e non avere bevuto bevande alcoliche da almeno 24 ore.

Profilo Glicemico – Si raccomanda di fare questo tipo di test almeno una volta ogni tre anni per tutti quelli sopra i 45 anni. Le persone più a rischio (obesità, altre patologie) dovrebbero farlo almeno ogni anno.
1 Glicemia a digiuno – è il test più semplice da fare e si deve eseguire completamente a digiuno.
2 Emoglobina Glicosilata – questo test misura la percentuale di glucosio attaccata all’emoglobina delle piastrine. Un volore normale è minore del 5.7% circa. Questo test non necessita di digiuno e ha il vantaggio di mostrare una fotografia dei livelli di glucosio degli ultimi due o tre mesi.

Profilo Epatico – I test per la funzione epatica sono utilizzati per la diagnosi e il monitoraggio dei problemi legati a questo importante organo. Si fanno quando si sospettano effetti collaterali di farmaci, infezioni, epatiti o semplicemente per vedere quanto in salute sia il fegato.

1 ALT – L’alanina transferasi è un enzima che aiuta a digerire le proteine e si trova nel fegato. Quando il fegato è danneggiato questo enzima finisce nel sangue.
2 AST – L’aspartato transaminasi aiuta a trasformare un aminoacido, l’alanina. Anche questo enzima, quando il fegato è danneggiato, finisce nel sangue.

Profilo Ossidativo – Lo stress ossidativo è uno sbilanciamento tra i radicali liberi e le difese antiossidanti presenti nell’organismo (es: Vitamina C o E). Se il livello di difese antiossidanti è basso e il livello di radicali liberi è alto, l’elevato stress ossidativo si manifesterà con degli effetti a lungo termine. Lo stress ossidativo è un sintomo invisibile che favorisce l’invecchiamento, l’insorgenza di malanni lievi (come raffreddori, mal di gola, influenze), di infiammazioni ecc.

1- Radicali Liberi (FORT) – E’ un test colorimetrico che va eseguito lontano da pasti abbondanti oppure dopo attività fisica e mai quando si stanno assumendo dei farmaci in maniera acuta.
2- Barriera Antiossidante (FORD) – E’ un test che valuta la presenza di sostanze antiossidanti nel nostro corpo. E’ un test molto utile quando si seguono delle diete fai da te che di solito portano a disequilibri di nutrienti e quindi ad uno stress ossidativo.

IL TUO APPUNTAMENTO CON LA SALUTE